• Arianna

ANATOMICAMENTE PARLANDO.

Ritengo che l'anatomia di un corpo sia di fondamentale importanza.



Quasi sempre si arriva alla consulenza con l'idea ben precisa su dove farsi fare il tatuaggio, l'immaginazione di un design e la voglia di concretizzarlo prima di subito.


E d è g i u s t o c h e s i a c o s ì .


Penso che il cliente abbia il potere decisionale per quanto riguarda questo tipo di scelta visto e considerato che si sveglierà ogni mattina con una decorazione sul corpo che si spera non lo stanchi mai.

D'altro canto c'è bisogno di tenere fede a ciò che il nostro corpo è.


 

Quando ero agli inizi le mie modalità di approccio erano completamente diverse rispetto al presente e le cose che sapevo sul tatuaggio erano davvero poche, seguivo più che altro il mio istinto per il posizionamento di un tatuaggio ignara di quei dettagli che solo l'esperienza ed un maestro possono darti.


S a p e t e q u a n t i e r r o r i h o f a t t o ?


Non sapevo mica che un volto tatuato dovesse essere rivolto verso l'interno di un corpo, come quando in fotografia riesci a dare "aria" ad un soggetto solo se quest'ultimo ha spazio nella direzione in cui guarda, o che avesse bisogno di una zona piatta per non distorcerne le forme.

Per inciso, a mie spese, ho imparato a posizionare nella direzione giusta il nome di un figlio o una frase perché possa essere leggibile agli occhi di chi guarda e non di chi lo indossa.


Inizialmente disegnavo il progetto sulla carta sperando che si potesse adattare bene ad una determinata parte del corpo scelta, poi invece ho iniziato a progettare sul corpo seguendone le linee naturali e devo essere onesta e presuntuosa, ma penso che questo sia il modo giusto per non lasciarsi ingannare dalle false linee, per seguire la sinuosità di ogni muscolo che incontriamo per strada.


E p o i n o n è c h e s i a c o s ì b r a v a c o n

l ' a p p l i c a z i o n e d e l l o s t e n c i l , o n e s t a m e n t e !


Ma non posso fermarmi solo a questo, solo ai tecnicismi importanti per un tatuaggio; inutile ribadire (ma lo farò comunque) che per me ogni cosa ha un senso ben preciso nella nostra esistenza per cui anche la zona che scegliamo per il nostro tatuaggio esprime un aspetto del nostro essere.

Non a caso mettiamo spesso il nome dei nostri cari a sinistra, dalla parte del cuore, come non è un caso che per determinate decorazioni, magari quelle che rappresentano qualcosa di estremamente intimo, scegliamo un punto che possiamo vedere solo noi davanti allo specchio, oppure per qualcosa che non ci è piaciuto scegliamo una parte del corpo non visibile, o ancora per un tatuaggio che deve darci forza scegliamo un punto che ci permetta di vederlo sempre.

 

E adesso magari stai riguardando i tuoi tatuaggi per ricordarne le ragioni e,

perché no, magari stai anche pensando in quale punto posizionare il prossimo.


244 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti